Esercizi post parto

Esercizi post parto

Esercizi post parto

Esercizi post parto: quando cominciare ad allenarsi

Vivere una vita in salute dovrebbe essere l’obiettivo di tutti, ma per le donne in gravidanza e nel puerperio c’è di più, perché oltre alla propria di salute, c’è in ballo anche quella del bimbo e guardare al benessere a 360 gradi è doveroso.

Mantenersi in allenamento è quindi fondamentale per arrivare al momento della gestazione in perfetta forma, ma non tanto per una questione di peso quanto per un discorso legato alla salute, tanto della mamma, quanto del bambino. Ogni gravidanza dovrebbe essere sempre vissuta all’insegna del benessere, a partire dal movimento fisico, passando per dieta alimentare e qualità di vita in generale. Non meno importante, accanto alla salute fisica, c’è anche il benessere mentale e psicologico, essenziali per vivere pienamente e con gioia la maternità e il particolare momento del post parto.

Estremamente delicato è il momento del post parto, spesso tenuto poco in considerazione; si tratta di un periodo di fondamentale importanza per la neo mamma, che necessita di supporto tanto fisico, quanto emotivo, per poter prendersi cura di sé e anche del bambino, in serenità e con le giuste energie.

Un buon allenamento fisico può aiutare durante il post partum, ma è essenziale che sia composto da esercizi fisici adeguati e personalizzati. Ecco, quindi che un allenamento mirato e dedicato appositamente al periodo del post parto è utile per mettere la mamma nella condizione di recuperare le forze e il benessere. Questo tipo di allenamento deve prevedere una fase di rieducazione motoria, dove con i giusti imput si rieduca il corpo ai movimenti giusti che sino a qualche giorno prima venivano svolti con un peso superiore e con le limitazioni di movimento che la gravidanza comporta.

Durante i 9 mesi della gravidanza i tessuti si ammorbidiscono e cambiano forma per ospitare il feto, allenarsi con degli esercizi  specifici nel periodo del post parto ci permette di recuperare gradualmente ed in maniera corretta il funzionamento dei nostri muscoli, recuperando il pieno controllo e la sensibilità potremo tornare a svolgere qualunque tipo di attività senza problemi e nei tempi opportuni.

 

Esercizi post parto: quando si può tornare ad allenarsi?

Dopo aver partorito sarà possibile tornare  ad allenarsi, ma sempre con la dovuta cautela, e solo dopo aver effettuato obbligatoriamente la visita ginecologica, nella quale verranno valutate le condizioni fisiche generali, il pavimento pelvico e la  diastasi. In base a questa valutazione sarà possibile riprendere gradualmente ed in maniera specifica l’attività fisica. Questo avviene piu’ o meno dopo 40 giorni dal parto . Gli allenamenti saranno graduali e mirati alla rieducazione del  pavimento pelvico e alla riconnessione della parete addominale per aiutare il recupero e la chiusura della diastasi.

Non abbiate fretta di rimettervi in forma: date al vostro corpo il tempo che merita per ritornare alla condizione pregravidica.

Prima della ripresa dell’attività fisica è possibile aiutare, attraverso delle mobilizzazioni, stretching ed allungamenti morbidi, il graduale recupero, che deve essere costruito ed adattato a questo particolare periodo.

Si tratta di attività fisica dolce, mirata a rimettere in moto muscoli e scheletro, senza dimenticare anche l’aspetto emotivo della mamma.

Cercate quindi programmi di allenamento adatti a voi e realizzati esclusivamente per le neomamme e vedrete che iniziare a ri-allenarsi sarà più semplice del previsto!

 

Perché aspettare i “40” giorni dopo il parto per fare sport?

Il periodo che intercorre generalmente dal post parto alla ripresa dell’attività è quello necessario affinchè l’utero ritorni alle dimensioni che aveva prima della gravidanza, ma sopratutto sarà lo specialista a indicarci, dopo valutazione del pavimento pelvico, della diastasi e del nostro stato di salute generale, se la ripresa dell’attività fisica specifica non comporta nessun problema.

In caso di parto cesareo, sarà necessaria anche la valutazione della guarigione e rigenerazione della cicatrice.

Riprendere a fare sport dovrebbe avvenire in modo progressivo, per evitare di mettere il proprio corpo esageratamente sotto pressione. Riprendere ad allenarsi è infatti un percorso graduale, che deve seguire i tempi di ogni singola mamma, rispettare il recupero fisiologico poiché non per tutte le donne la ripresa è possibile nello stesso periodo di tempo.

Resta comunque possibile riprendere gradualmente l’attività fisica iniziando nei tempi stabiliti, purché si utilizzino le corrette precauzioni e si svolgano i giusti esercizi, meglio se consigliati da persone esperte. Fare movimenti in maniera corretta è fondamentale per poter trarre le energie necessarie per se stesse e per la cura del proprio bebè, per questo esistono anche dei programmi specifici, che accompagnano le neo mamme durante un percorso di recupero del proprio tono muscolare, lavorando inizialmente sull’allungamento e sulla mobilità, fino ad aumentare lentamente, raggiungendo l’obiettivo previsto.

 

Attività fisica dopo il parto cesareo

In caso di taglio cesareo la situazione va valutata tenendo conto della guarigione della cicatrice e della sua rigenerazione,perché è importante che la ferita si rimargini prima di fare allenamento.

È comunque sconsigliato, alle mamme che hanno avuto un parto cesareo, rimanere troppe ore sedute o sdraiate, proprio per cercare di portare il corpo a una ripresa più rapida. Non esiste comunque una tempistica universale che consenta di identificare il tempo in cui poter ritornare all’attività sportiva: in generale si potrebbe dire che sei settimane sono sufficienti per una buona cicatrizzazione della ferita.

Qualora non sopraggiungano ulteriori complicazioni ecco che la mamma potrà tornare a fare esercizio fisico in liberà, ma sempre rispettando i tempi del proprio corpo, aspetto essenziale per un corretto recupero. A questo punto largo ad attività fisiche adattate  su base yoga, pilates,  inserendo anche le camminate, aumentando progressivamente l’intensità e la frequenza, al fine di raggiungere, gradualmente, il livello atletico desiderato e la conseguente forma fisica.

 

Leggi anche Tornare in forma dopo il parto

Torna su